Restauro bambola in composizione, primi 1900

OGGETTO

Bambola in composizione, vestito originale in organza.
Altezza: 60cm
Epoca: inizio 1900

“Le bambole in composizione rimpiazzarono le bambole in bisque sul mercato agli’inizi del XX secolo. Le aziende di fabbricazione americane di bambole lo consideravano molto più resistente rispetto al biscuit. Il nuovo materiale per teste di bambole, assieme alla Prima Guerra Mondiale, contribuì a ridimensionare l’industria delle bambole tedesca, a favore di quella americana, ormai protagonista assoluta sul mercato.
La composizione è, generalmente, una miscela di colla e segatura. Più pesante e più densa della cartapesta, la composizione è facilmente modellabile ed è quindi un materiale eccellente per realizzare teste di bambola.
Questo materiale era già in uso da molti anni per creare corpi di bambole, approssimativamente dalla fine del 1870, molto prima che fosse ampiamente usata per fabbricarne le teste.
Poiché il materiale di cui è fatta una testa di bambola determina il tipo di bambola, solo bambole con teste fatte di composizione vengono chiamate bambole di composizione.”
Fonte
Storia delle bambole

STATO DI CONSERVAZIONE

La bambola presenta diverse rotture nel viso più una vistosa crepa. Manca di parti dei piedi e di tre dita delle mani. Il vestito ha fiori posticci in plastica.
“Le bambole in composizione, specialmente quelle con una finitura pesantemente sigillata o laccata, sono particolarmente soggette a fessurazioni fini, chiamate
screpolature. Il cavillo è causato da cambiamenti di umidità e temperatura. “ 
Fonte

RESTAURO

Il composito è materiale molto simile alla ceramica e per questo I materiale e la lavorazione è simile.
Per le mancanze nel viso, mani e piedi ho usato gesso duro per ortodonzia a calco sugli originali e su rifacimenti in creta. A seguire, ho usato stucco in pasta e stucco fine di mia composizione.
Per la colorazione delle parti restaurate, ho usato vernici a solvente con aerografo; la patinatura e l’effetto sfumato dell’incarnato è stato realizzato a pennello e a spugnature con colori acrilici.
Finitura a vernice opaca ad aerografo.
Ho quindi rivestito la bambola, avendo cura di sostituire i fiori in carta con fiori in panno lenci.

CONSIDERAZIONI FINALI

Storia della composizione e del suo uso per la produzione di bambole all’inizio del 1900.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *